NonSoloGossip

Curiosità, news e tanto altro dalla tv al web

Diavoli, la serie che non ti aspetti con un Alessandro Borghi pronto per Hollywood

Debutta su Sky l’attesissima serie “Diavoli”, tratta dall’omonimo libro di Guido Maria Brera. Ambientata a Londra, racconta i retroscena della crisi finanziaria europea attraverso il protagonista Massimo Ruggiero, interpretato da Alessandro Borghi. Massimo è un trader italiano che ha raggiunto il potere con le proprie forze e seguendo i consigli del suo mentore Dominic Morgan, interpretato da Patrick Dempsey, direttore di una delle più potenti e prestigiose banche del mondo la NYL (New York London Investment Bank). La vita di Massimo è oscura, le poche cose riguardanti il suo passato sono legate alla figura di una donna sfuggente.

 

Ben presto l’oscura donna si rivelerà essere Carrie, la moglie di Massimo, che apparentemente potrebbe avere un ruolo marginale, ma chi vuole metterlo in cattiva luce lo farà anche attraverso di lei. Carrie ha un passato difficile, ha problemi con la droga dalla quale non riesce ad uscire. La sua apparizione provocherà in Massimo sentimenti contrastanti: da un lato la voglia di salvarla, anche se i due per cause non note non si frequentavamo da anni, dall’altro la conferma che ci sono dei giochi finanziari molto pericolosi.

 

Si ritrova così al centro della vicenda, di una vera e propria guerra finanziaria: l’America vuole attaccare i debiti pubblici degli stati europei più poveri per non perdere il proprio ruolo di leader mondiale. Il tramite di tutto questo è proprio Dominic, di cui Massimo si fida ciecamente. La morte sospetta di un collega, mette Massimo in guardia, deve decidere se difendere il proprio paese o seguire l’uomo che lo ha portato al successo.

 

ALESSANDRO BORGHI SONTUOSO E CARISMATICO STREGA IL MONDO DELLE SERIE TV

L’interpretazione di Alessandro Borghi è indiscutibile, il suo talento è oltremodo riconosciuto ma qui fa un passo in avanti. La scelta di non doppiarsi è senza dubbio da ammirare per due motivi: il primo perché la padronanza della lingua rende davvero convincente il suo personaggio, il secondo perché la disinvoltura con cui lo fa è frutto di un accurato studio personale che lo rende un attore attento e professionale.

 

Le prime puntate andate in onda fin ad ora sono state coinvolgenti, per niente scontate, lasciando quella velata nota di mistero che ti invoglia a continuarla a vedere. Per cui appuntamento a venerdì, con gli altri due episodi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy