NonSoloGossip

Curiosità, news e tanto altro dalla tv al web

Le guerre di History: un canale speciale utile per la maturità

Per ricordare l’80esimo anniversario dell’entrata in Italia nella Seconda Guerra Mondiale e conoscere sotto punti di vista diversi fatti lontani nel tempo, ma che hanno lasciato segni profondi nella nostra storia, History lancia per la settimana da martedì 2 a lunedì 8 giugno un canale temporaneo sulla posizione 408 di Sky: Le guerre di History.
“Un’iniziativa editoriale che ha pochi precedenti – osserva Simone D’Amelio Bonelli, Director Content&Creative di A+E Networks Italia- : la realizzazione di un canale temporaneo interamente dedicato ai due conflitti mondiali che hanno segnato e modificato radicalmente il volto del ‘900: la Prima e la Seconda Guerra Mondiale.”

“La chiusura delle scuole, dovuta alla diffusione del COVID-19, ha costretto migliaia di giovani a studiare nelle proprie abitazioni. Nei mesi scorsi, in collaborazione con Sky, History ha dato vita all’iniziativa #iostudioacasa. Anche questo canale temporaneo può svolgere una funzione simile. Per i temi trattati e per il modo con cui vengono affrontati, un modo chiaro, diretto, dal linguaggio semplice ma dall’approccio rigorosamente scientifico, gli studenti che affronteranno nelle prossime settimane la maturità, sebbene sui generis, troveranno sul canale un efficace ed interessante contributo alla propria preparazione”.

La programmazione, in esclusiva sul canale 408 per tutta la settimana e poi in replica su History (407 di Sky) per un totale di circa 80 ore di contenuti, di cui 13 ore di prime visioni, porta con sé riflessioni sul clima sociale che precede un evento bellico, lo prepara, e inconsapevolmente lo favorisce. Rievoca il ricordo delle grandi battaglie, le scelte tattiche fatte, il ruolo dei diversi attori, le vittorie determinanti, sebbene costate migliaia di vittime, e le più brucianti sconfitte. Infine, restituisce frammenti di vita, episodi che esprimono il lato forse più comprensibile della guerra, i sentimenti di fiducia ed esaltazione iniziali, lo sgomento davanti alla morte, la tragedia delle famiglie lacerate, gli aspetti più crudi della vita al fronte.

Tra le novità proposte:

LA VERA STORIA DI PEARL HARBOR

Martedì 2 giugno, 21.50
A seguito del devastante attacco giapponese sulla base navale statunitense a Pearl Harbor il 7 luglio del 1941, in seguito al quale morirono 2.403 soldati americani, l’opinione pubblica sotto shock impose la necessità di trovare un capro espiatorio che pagasse per quella tragedia. L’amministrazione del presidente Roosevelt lo trovò nell’ammiraglio Husband Kimmel, il comandante della flotta del Pacifico, la cui carriera fu distrutta nel tentativo di nascondere gravi errori di intelligence. Il documentario, prodotto dalla BBC, attraverso le testimonianze della famiglia Kimmel, i documenti di archivio e le interviste a storici, esperti di intelligence ed ex ammiragli statunitensi, getta nuova luce sul drammatico giorno.

PRIMA GUERRA MONDIALE: LA BATTAGLIA DELLA SOMME

Giovedì 4 giugno, dalle 21.00
La Battaglia della Somme fu una delle più inutili carneficine della prima guerra mondiale. Questa serie BBC in tre episodi ricostruisce, con accesso agli archivi militari tedeschi, i retroscena di uno scontro tra Inglesi e francesi contro i soldati dell’impero germanico, iniziato il 1 luglio del 1916 e terminato solo il 13 novembre dello stesso anno, con più di un milione di morti.

MIO DUCE TI SCRIVO

Mercoledì 3 giugno, 21.00
La storia del fascismo italiano si potrebbe scrivere anche attraverso le lettere che gli italiani, uomini, donne, giovani e bambini, scrissero a Mussolini. Il documentario, prodotto dall’Istituto Luce-Cinecittà, ricostruisce, con il prezioso supporto dell’Archivio Centrale dello Stato, la società fascista: i pensieri, le illusioni, le piccole certezze e le meschinità di un popolo che cercava in Mussolini una guida paterna, fino alla profonda disillusione manifestata negli ultimi mesi, prima della sua caduta.

ANIMALI NELLA GRANDE GUERRA
Domenica 7 giugno, 21.00
Muli, buoi, cani, cavalli, maiali, piccioni hanno partecipato alla prima guerra mondiale, utilizzati per lo spostamento di reparti e materiali, per le comunicazioni e per il sostentamento delle truppe. Uniti agli animali dal comune destino di morte e sofferenza, ufficiali e militari di truppa avevano così la possibilità di dare e ricevere affetto, ma anche quella di occuparsi di esseri più deboli e del tutto dipendenti da loro. Ispirato dal libro di Lucio Fabi, Il bravo soldato mulo (ed. MURSIA) e prodotto da Red Film e Istituto Luce-Cinecittà, che ne anche il distributore, offre un racconto non convenzionale del drammatico conflitto, attraverso lettere, diari e fotografie scattate dagli stessi combattenti ricordi, storie, episodi di vita vissuta del rapporto, dentro e fuori la trincea, tra uomini e animali, tra incredibili momenti di assoluta serenità e tenerezza, alternati allo sfondo di in uno dei più tragici periodi della storia contemporanea.

WAR ROOM: LE TATTICHE DELLA 2^ GUERRA MONDIALE
Venerdì 5 giugno alle 21.00
Le battaglie della Seconda Guerra Mondiale avevano lo scopo di affermare il possesso del territorio, acquisire risorse per continuare a combattere. Per alcune delle battaglie fu la vittoria ad influenzare maggiormente il corso della Guerra; in altri casi, fu la sconfitta.
Questa serie in due episodi ripercorre le battaglie più dure, nelle quali I soldati hanno dovuto affrontare difficoltà impreviste, condizioni particolarmente difficili e avversari sottovalutati.

LE GRANDI FUGHE DELLA SECONDA GUERRA MONDIALE

Martedì 2 e lunedì 8 alle 21.00
La fuga da Hitler voleva dire la salvezza, ma le vie di fuga erano spesso poco conosciute e molto pericolose. Monthy Halls, ex ufficiale della Marina, ricostruisce in quattro episodi questi viaggi straordinari, in cui spesso fu necessario il supporto della resistenza locale, incontrando uomini e donne comuni che solo per il fatto di essere sopravvissuti sono diventati eroi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *