NonSoloGossip

Curiosità, news e tanto altro dalla tv al web

Lory Del Santo e il foglio scritto del figlio morto suicida: ‘La morte è un archivio’

Questo è stato il primo foglio che abbiamo trovato, poi messaggi telefonici perché lui si registrava con messaggi stranissimi“. Lory Del Santo ospite a Live non è la d’Urso dopo aver parlato del padre mai conosciuto del figlio Loren, mostra degli scritti del ragazzo ritrovati dopo la sua morte. Scritti particolari grazie ai quali sono riusciti ad avere una diagnosi di anedonia che ha spiegato i motivi del suicidio nel 2018.

Lory Del Santo e lo scritto del figlio Loren

Nel primo foglio compaiono numeri e frasi “La matematica è falsa, non ci sono operazioni che hanno un senso, poi metteva delle note comeIo odio la matematica‘, ‘Morte e rinascita‘, ‘La morte è una archivio‘. Con queste note sono andata da degli psicologi e hanno aperto il suo mondo. Lui aveva come delle visioni, come se il cervello avesse una spina, se la togli non c’è, poi la rimetti e torna normale, quando si stacca però rimane immobile, non è reattivo, ha delle visioni estranee. Quando lo vedevo fermo io credevo che pensasse.

Lory Del Santo e la malattia del figlio: ‘Per lui era impossibile abbracciare’

“Lui ogni tanto mi dava dei bacini, ero così felice, il primo bacio vero, spontaneo me l’ha dato quando aveva 15-16 anni, io mi sono messa a piangere. Ma poi ho capito che per lui era impossibile, abbracciare, però ogni tanto tornava in se stesso e mi dava qualche bacetto. Erano talmente rari questi momenti di affettività che erano così preziosi. Ma io mi accontentavo di sapere che non beveva, non fumava, andava bene a scuola, era perfetto, il figlio che tutto le donne desiderano, pensavo fosse il suo carattere”.

Lory Del Santo, una vita a controllare il dolore

Lory Del Santo ha perso un figlio, Conor, nel 1991 quando aveva solo 3 anni e poi la vita non le ha risparmiato la morte dell’altro figlio, Loren “Ho passato metà della mia vita a controllare il dolore, il dolore è una malattia che se non la controlli diventa cronica e può uccidere, io devo vincere. Nella vita come diceva Loren le cose accadono”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *